CONSONANZE – Conoscenza. Condivisione. Convivialità.

 In Senza categoria

Nell’incontro tra culture c’è la vera ricchezza”.

 Rassegna di musica, parole e incontri tra cultura dell’integrazione ed impegno civile.

Ristorante Trattoria Decoratori ed Imbianchini

Via Francesco Lanfranchi, 28 TORINO

Novembre 2019 > Maggio 2020

CONSONANZE

Conoscenza. Condivisione. Convivialità.

Decoratori ed Imbianchini, ristorante che nasce con l’identità di luogo di incontro e con la vocazione di fulcro comunitario – storica società di mutuo soccorso di Torino, radicato nell’ascolto e nel supporto reciproco, proietta i suoi valori fondanti nel panorama attuale. Decide di farlo accogliendo una rassegna che unisce convivialità ed incontro, dando vita ad uno spazio di condivisione e celebrazione delle differenze, creando occasioni di apertura alla diversità e confronto costruttivo. Così nasce CONSONANZE.

CONSONANZE è una rassegna che vuole fare della musica, linguaggio universale per eccellenza, uno strumento di dialogo e di connessione, funzione che ha primariamente ricoperto in ogni comunità umana. Non fermandosi quindi al solo aspetto di intrattenimento performativo di quest’arte, ma declinandola a veicolo di relazione e conoscenza: ogni appuntamento musicale sarà arricchito da racconti, narrazioni e spunti di riflessione. Ed ovviamente dalla proposta gastronomica di una apericena di qualità, volto a creare il giusto clima di convivio, caratterizzato dai sapori local della tradizione piemontese tipici della casa.

Tradizioni musicali differenti, apparentemente distanti, sintonizzate tra loro, incontrano parole che narrano storie, esperienze dirette, percorsi di vita. Che conducono ad una conoscenza più approfondita dell’altro, reale e non virtuale, senza mediazioni né intermediari.

Al centro della rassegna temi quanto mai attuali: migrazioni di oggi, con la memoria viva e presente in quelle di ieri; minoranze linguistiche e confini; integrazione ed inclusione; incontro tra culture; interazione e confronto di generazioni e tradizioni.

Nell’incontro tra culture e persone c’è la vera ricchezza: tradizioni e musica, testimonianze e racconti, percorsi ed esperienze personali, intesi come comune denominatore ed identità plurale dell’intera comunità umana.

Il programma prevede un appuntamento fisso mensile, per un totale di 7 incontri, da novembre 2019 a maggio 2020.

“ Una rassegna  tra Note e Parole dal Villaggio alla Comunità Urbana ”

direzione artistica Simone Campa

La direzione della rassegna è affidata a Simone Campa, cosmopolita musicista torinese di fiere radici pugliesi, suonoterapeuta impegnato da anni in ricerche su ritualità e funzione sociale della musica di tradizione orale in tutta l’area del Mediterraneo. Esperto creatore ed appassionato curatore di progetti musicali incentrati sul dialogo interculturale: ideatore e direttore dell’Orchestra Terra Madre di Slow Food e del progetto I Suoni della Terra; fondatore della Compagnia Artistica La Paranza del Geco, una delle esperienze di musica popolare più longeve in Italia – venti anni di attività – con cui ha portato i ritmi del Sud Italia fino in Senegal, grazie al progetto Afrotaranta ed alla cooperazione internazionale della Regione Piemonte. Relatore per la Commissione Europea ed il progetto internazionale Erasmus+ di conferenze sul tema “Performing Arts and Traditional Music as tools of intercultural dialogue and mutual understanding – Le Arti Performative e le Musiche Tradizionali come strumento di dialogo interculturale”. Da sempre appassionato di rapporto creativo tra suono e parola, narrazione e musica, ha curato le colonne sonore e le musiche di scena degli spettacoli teatrali Italian Folk Tales di John Turturro (Teatro Stabile Torino) e dell’adattamento de La Vita Davanti a Sè (R.Gary) di Silvio Orlando per Torino Spiritualità e Materadio – la festa di Radio Tre Rai.

{ sapori }

Aperitivo e Cena a buffet con specialità piemontesi e vini scelti

{ musica }

SIMONE CAMPA & I SUONI DELLA TERRA

Poesie e Canti dal nord al sud del Mediterraneo

VALENTINA SIMONE Italia, Piemonte ~ arpa

ASHTI ABDO Rojava, Kurdistan (Siria) ~ canti e ballate kurde

ELIAS HABIB Palestina ~ ritmi dei Paesi Arabi e della tradizione palestinese

PIERPAOLO SICURO Italia, Salento ~ flauto traverso, flauti etnici e percussioni

SIMONE CAMPA Italia, Puglia ~ Orchestra Terra Madre di Slow Food

{ narrazioni }

FATIMA EZZHARA EL GHABRA Marocco ~ poesie del mondo arabo, delle tradizioni berbere algerine e palestinesi, del Maghreb e dei poeti arabi siculi del XI secolo. Letture in arabo ed in italiano degli autori Nizar Qabbani, Mahmoud Darwish, Si Mohand, Ibn Rashìq.

MICHELE CALLERI (Slow Food) ~ il volontariato di Terra Madre: risorsa di comunità per il sostegno di una rete di solidarietà mondiale e conoscenza diretta delle esperienze di contadini di tutto il mondo. Barachin: progetto solidale di cibo, convivialità e relazioni.

HASTI FATAH Kirkuk – Kurdistan (Iraq) ~ architetto e membro fondatore della comunità Kurda in Italia. La cultura millenaria del Kurdistan, la sua società e la sua religione. I legami e rapporti con i popoli vicini dai tempi antichi fino ai giorni nostri.

SALVATORE GIANNINO Puglia ~ nutrizionista, membro del consiglio scientifico della cattedra UNESCO dell’Università di Torino e direttore del festival della Dieta Mediterranea di Torino. Il Convivio come elemento comune e socialmente unificante di tutte le tradizioni del Mediterraneo: l’importanza della socialità legata alla nutrizione, dal mondo antico alla socie.

Post recenti