Danza, Voce e Tamburo: Il Legame Emotivo Con La Madre Terra

 In Senza categoria

Domenica 15 Dicembre presso L’arteficio – Showroom & Art Factory (dalle ore 15,00 alle 18,00) si terrà il laboratorio intensivo di ballo e viaggio antropologico-musicale intorno agli stili e ai riti del ballo n’gopp’o tammurro (tammurriate campane).
“Danza Voce e Tamburo: Il Legame Emotivo Con La Madre Terra” con Maria Piscopo.

La danza dell’accoglienza: la TAMMURRIATA dell’ Agro Nocerino Sarnese
Nella terra della Campania Felix trova posto una religiosità colorata, dove sacro e profano si fondono, generando un’espressione culturale e coreutica unica nel suo genere. La possiamo vedere e conoscere durante le feste tradizionali in onore delle tante “Madonne” presenti nei culti religiosi della Regione.
In questo primo incontro partiremo dalle pendici del Vesuvio per assaporare e conoscere le magiche movenze del ballo di Cibele: la tammurriata dell’agro-nocerino sarnese, la danza che da secoli accompagna le feste tradizionali campane in onore della Magna Mater. Un’esplosione di emozioni, in cui tutti gli uomini sono uguali, e hanno un solo padre, il cielo e una sola madre, la terra.
( Maria Piscopo)

Il lavoro proposto in Danza, voce e tamburo aiuta ad essere più consapevoli ed organici nel ballo sul tamburo; durante il laboratorio inoltre un esauriente percorso antropologico-culturale.
Il laboratorio è rivolto a donne e uomini di ogni età e sarà condotto da Maria Piscopo, drammaterapeuta e musicista.

Articolazione di ciascun laboratorio:

• Ascolto e studio del ballo popolare;
• lavoro antropologico e di contestualizzazione della danza nel suo ambiente naturale di esecuzione, ossia, le feste tradizionali in onore delle Sante e delle Madonne;
• esercizi corporei di ritmo e movimento;
• esecuzione della danza prima per imitazione e poi per interiorizzazione;
• conoscenza del territorio in questione
Il laboratorio, privo di sterei, computer e mezzi tecnologicamente “avanzati” sarà accompagnato esclusivamente dalla musica dal vivo.
Ballatori l’unico suono che vi trascinerà nella danza sarà quello incessante e maieutico della tammorra (tamburo).

MARIA PISCOPO
Il Sud non è un luogo, è un’idea.
Laureata in Saperi e Tecniche del Linguaggio Teatrale e in Storia delle Tradizioni Popolari, con tesi specialistica sulle varie forme di tammurriata campana, e specializzata in Teatro nel Sociale e Drammaterapia presso l’Università La Sapienza di Roma.
Danzatrice e insegnante di danze tradizionali del Centro Sud-Italia; specializzata nello studio e nell’approfondimento di balli tradizionali campani. Tiene corsi in tutta Italia e all’estero.
Ha fatto parte, per tanti anni, del gruppo di musica tradizionale ‘A PARANZA R’O LIONE di Scafati; attualmente collabora con diverse formazioni musicali che si occupano di musica tradizionale campana e del Centro-Sud Italia in qualità di cantante, suonatrice di tamburi a cornice e danzatrice.
Da alcuni anni ha fondato e dirige PROGETTO SANACORE, formazione musicale, contenitore e, a sua volta, fucina di nuovi progetti. PROGETTO SANACORE reinventa un nuovo linguaggio della tradizione attraverso la collaborazione dei più talentuosi esponenti della musica popolare campana dell’ultima generazione.

PER INFO e ISCRIZIONI:
corsi@laparanzadelgeco.it
3461391873

Post recenti